inokatsu m4 gbb 2011

E’ arrivato! Il miglior fucile a gas del mercato, completamente in acciaio, con parti del vero m4 e il set n-pass già incluso e di nuova concezione, che dire di più?

Magari lo volete vedere!

Ecco come vi arriva a casa. Veramente una bellezza! Si sono dati da fare anche nell’imballo! Daltronde è un top di gamma e ha il suo prezzo.

Eccovelo fuori dalla scatola, ricordatevi che di solito il caricatore non è incluso e costa! Notate che insieme al fucile invece vi vengono fornite le placchette copri ris.

ecco il famigerato caricatore, costa un botto, ma funziona egregiamente, ieri abbiamo provato a montare un g&p per m4 e monta, ma con un po’ di sforzo, cosa che sicuramente con il tempo va ad aggiustarsi, mentre questo è quello consigliato dalla casa ed è perfetto!

Questo è l’interno del guscio di sopra, notate il nozzle in acciaio…io non l’avevo mai visto :-)! Non ve la meno neanche con le rifiniture, si vede che è fatto benissimo, non una sbavatura, niente.

Questo è il bolt, ovviamente in acciaio anche lui, qui lo zama lo hanno abolito! Bello pesante dovreste sentire che rinculo che da, ovviamente sull’inokatsu solo top gas, se no neanche scarrella…

Questo è lo smontato del fucile, si vedono anche grip e il calcio, che sono dell’m4 vero!

eccolo, vi posso garantire che i giochi sulla parte finale sono pochissimi ed è in fibra, non in abs.

Questa è la parte inferiore del guscio con impugnatura (anche lei rigorosamente in fibra) e il selettore, la cui leva si trova solo a sinistra.

Questo è il meccanismo interno di scatto tutto acciaio ovviamente. Guardate che bello! Neanche un baffo!

Questo è il guscio superiore dove possiamo vedere la fessura del vano del bolt e la parte posteriore del ris che ovviamente è quello vero dell’m4!

questo è il mirino anteriore, un pezzo unico pressofuso, non so se è quello vero ma ne ho il sospetto….

eccolo qua rimontato con il bolt aperto, c’è da notare anche la verniciatura, questa non si toglie se ci passi le dita tre volte come nelle altre repliche…

ed ecco la parte superiore del ris con il numero dei denti segnati a partire dal guscio.

Non l’ho fotografato, ma dietro alla scatola c’è lo spaccato del fucile con il prezzo di ogni pezzo in dettaglio….

Non so come farvi capire, visto così può sembrare un king arms, o un g&p woc ma non lo è, quando lo prendi in mano ti accorgi della differenza abissale e se ci spari….ha un rumore mooolto simile a quello vero (parlo del rumore meccanico che fa l’acciaio), insomma qui siamo da un ‘altra parte rispetto al resto del mondo….altro che copia. E’ come paragonare una 500 sxs a un ferrari, vanno tutte due, ma vuoi mettere?

Ovviamente l’unico ad averlo in italia è il nostro amico William della web cartoleria se sapete di qualcun altro ditecelo!

Voto finale 10

Colt rail concept blow back co2 Cybergun

Finalmente abbiamo ricevuto forse la miglior pistola a co2 a disposizione sul mercato, tanto da essere equiparata alla Dan Wesson 8(se non l’avete mai vista cercatela su google)!!!!

Eccola! la colt rail concept! Consigliata dal forum di tiro dinamico per la sua precisione e per la sua eccezionale resistenza alle alte pressioni.

La portate a casa in questa modesta scatola, cui trovate la pistola con il caricatore,

il tubo caricapallini, che non merita di essere mostrato (compratevi un caricapallini che è meglio), una scatolina con qualche pallino di qualità scadente e due chiavi a brugola, una per la regolazione della pressione grilletto

l’altra per montare la bomboletta del co2 nel caricatore.

E’ una pistola molto grande, ed’è discretamente pesante essendo full metal, in compenso ha il rail per la torcia o laser che sia

come la sua sorella più piccola, la colt 1911, ha il blocco sicurezza grilletto sull’ impugnatura, molto sensibile basta una leggera pressione e non c’è da farsi venire le formiche alla mano a forza di schiacciare.

Si smonta estraendo il blocco del carrello, poi si fa scivolare lo stesso in avanti fino a sfilarlo. L’operazione è molto semplice e ben spiegata sul libretto di istruzioni.

all’interno del carrello troviamo la regolazione dello spin-hup. Per intenderci è qella rotellina grigia dentata che vedete sotto la canna. Io dopo diverse prove ho deciso di lasciarlo tra zero e il primo quarto, dipende se usate pallini da 5,95 o da 6 mm. Consiglio di utilizzare buone grammature, da 0,25 in su, se no volano. La canna è cromata e a fine colpi spunta dal carrello “che è una bellezza”. Il mirino è particolare, sembra già costruito per il tiro dinamico

Come potete vedere , le tacche di mira sono in materiale luminescente in modo da aiutare la mira al volo

Il mirino posteriore è regolabile sia in altezza che in laterale, mentre quello anteriore stupite stupite, in laterale, sempre con la solita brugolina del grilletto.

La canna è flottante, ma il tiro precisissimo. Ho provato diverse pistole a co2, ma tutte dopo un po’ di colpi, anche con hop hup a zero sparavano  molto verso l’alto, questa mantiene un tiro preciso sempre! Ha un uscita di canna di 105 m/s e spara una quarantina di metri abbondanti.

Non sparate in casa perchè ha un rumore veramente violento.

Il caricatore è ben fatto contiene 30 colpi e la bomboletta a co2 si infila da sotto;in media fa due caricatori per bomboletta. Il tappo del caricatore ha sia la chiave a brugola che il cacciavite, in modo da rendere più comoda la sostituzione. Lo spillo di foratura della bombola è fatto bene e lascia un buco netto e profondo senza sbavature.

In conclusione è una pistola pesante e grossa, che scalcia come un mulo, molto più della desert a co2 per intenderci, ma che spara come un fucile, anzi meglio, ho visto pochi fucili sparare così bene in modo così costante, forse solo l’m4 sistema,che ho provato lo stesso giorno (col cilindro da novanta ovviamente) e non esagero, vedrete adesso che posto il video…..noi l’abbiamo adottata per il tiro dinamico, non amando quelle a tamburo.

William della cartoleria ha per il momento il miglior prezzo del web in italia

http://negozio.la-cartoleria.it/product_info.php?cPath=22_32_63&products_id=624

se trovate di meglio segnalatecelo!

Voto finale 7.5

WE m4 cqb tan gbb

Abbiamo finalmente ricevuto l’m4 cqb gas blow back della WE di III generazione, non open-bolt, ma già modificato per il c02, fornitoci da La Web Cartoleria, che ringraziamo molto.

Full metal, questa versione, colorata tan, è già provvista di ris e di caricatore per il co2. L’imbraccio del fucile è comodo (come tutti gli m4), il calcio regolabile ha però solo 4 posizioni,

contro le 6 che di solito hanno i modelli analoghi di altre case. Il corpo e è estremamente snello (rendendolo ancora più realistico), a differenza degli ASG che invece contenendo il gear box risultano più panciuti. Come per il pdw, il corpo è in alluminio, molto solido e ben rifinito non presenta giochi, trasmettendo una sensazione di grande solidità e nel complesso il fucile appare veramente realistico.

Ecco cosa trovate nella scatola, l’astina carica pallini, una chiave per smontare il fucile, il fucile e il caricatore.

Aprire il fucile è semplicissimo con l’ausilio dei due pin ai lati del corpo. Niente di trascendentale, tutti i gbb si aprono così, ma se paragonato agli asg…..dove tra viti e vitine, gear box & co, c’è da impazzire.Aperto in due, abbiamo immediato accesso al bolt e al cilindro in ottone, cuore del meccanismo di sparo, basta tirare e avremo subito tutto in mano, pronto per manutenzione(è sempre bene tenere il bolt bello ingrassato per evitare rotture).

Dalla foto possiamo vedere spuntare la punta del buffer, situato nel calcio.

Questo è un dettaglio del bolt, in questa versione possiamo vedere il caro vecchio cilindro di ottone comune a tutti i gbb precedenti al pdw open-bolt.In punta al cilindro c’è l’hop-up, dal bolt è praticamente impossibile regolarlo se non usando un piccolo cacciavite. Vi si arriva invece molto comodamente togliendo il caricatore dal vano dello stesso. Per le prove che abbiamo effettuato, la III generazione sembra avere un hop-up funzionante, ma forse un po’ troppo sensibile, basta qualche millimetro per far subito impennare la traiettoria del colpo.

Il meccanismo del grilletto, situato nel corpo è solido e ben fatto e non sembra facilmente danneggiabile.

Il caricatore monofilare da 30 colpi funziona bene, senza inceppamenti di sorta, scarica tutta la fila di pallini in una raffica sola. Cercate di non farlo mai cadere perchè come per tutti i gbb è abbastanza delicato.

Nel complesso è un buon fucile visto il prezzo contenuto rispetto ai suoi più nobili concorrenti G&P e WA,ben realizzato e caricato a co2 è fin troppo potente, tanto da richiedere l’utilizzo di bb da almeno 0,28 per avere un po’ di precisione.

 

voto finale 7.0

NEWS dalla VFC lo SCAR CQC GBB

E’ già risaputo che il mondo del GBB, nonostante presenti ancora alcuni problemi legati alle performance dei fucili in ambienti freddi e per quello che riguarda il raffreddamento dei gas di propulsione, sta producendo sempre nuovi modelli. Le case di produzione si stanno tutte impegnando sull’argomento con articoli e soluzioni sempre più interessanti.

VFC IV GEN

Anche la VFC, da un paio d’anni, avava annunciato l’uscita dei suoi GBB, già nel 2009 all AGU. Per ora in Italia abbiamo visto la comparsa nei negozi del M4A1, che pare essere molto ben fatto in rapporto al suo costo che si aggira indicativamente intorno ai 400 euro.

Rimane ancora da vedere come e quado ci proporranno il loro pezzo forte che da sempre ha distinto la casa, lo SCAR. Se dopo due anni non compare in nessun catalogo online uficiale, ci viene da pensare che abbiano riscontrato problemi o altro per non averlo fatto più uscire nell’agosto del 2009.

Ributtiamo sul vivo l’argomento e forse qualcuno riproporrà il progetto alla VFC, magari lo vediamo arrivare nei negozi come per magia, sarebbe un bel regalo.

Vi postiamo un filmato che ne descrive le caratteristiche tecniche.

http://videopois.com/Genel/VFC-SCAR-LIGHT-GEN-IV-GBB-VERSION.html

Esattamente come lo SCAR  ASG, lo smontaggio e le componenti sono fedeli al reale e curate nei minimi dettagli. Ci auguriamo che anche i problemi relativi allo scarrellamento/raffica e Hop Up siano stati curati altrettanto bene, ne saremmo felici.

Sicuramente quando sarà possibile, vi faremo avere una recensione dettagliata in ogni particolare, senza risparmiarci.

Mentre ci pervengono informazioni dalla WE. sappiamo quanto lo scar della WE fosse poco valido con il brass tube ma adesso la ra tech sembra offrici una soluzione ai problemi con il suo Kit di upgrade

l'open bolt

dopo di che il montaggio direttamente su internet

e poi la resa che sembra ottimale

staremo a vedere

PDW open-bolt della WE

Anche la WE si sta proponendo sul mercato con una nuova serie di modelli che presentano un nuovo sistema di funzionamento rispetto ai precedenti, sostituendo il vecchio otturatore fisso in ottone, con uno che arretra completamente e lascia aperto e libero lo spazio dell’incameramento del colpo. In fondo stanno facendo ciò che altre case avevano già fatto, ma con i loro tempi e con risultati egregi dobbiamo ammetterlo.

Ambiente

temperatura: 8 gradi centigradi

umidità: 80%

altitudine: 640m

Attrezzature

fucile: PDW open bolt gbb della WE fornito da La Web Cartoleria

link: http://negozio.la-cartoleria.it/

munizioni: 6mm o,24 g(bio)

propellente: green gas

joulometro: Bigdragon-e9800-lcd

Il fucile si presenta compattissimo, l’impugnatura è comoda, il calcio è solido e molto ben rifinito, lo scatto dello sgancio per  piegarlo è sordo e trasmette una sensazione di grande solidità, interessante la possibilità di spostare lo sling della tracolla, dal fondo del calcio al corpo del fucile. La prima impressione è quella di imbracciare un’arma vera.

Completamente in metallo, l’uso dei materiali presenta giochi di tonalità molto gradevoli, il ris è  fedele a quello reale e molto ben rifinito (abbiamo montato un mirino eotec G&P con agganci rapidi senza avere alcun gioco). Anche i due mirini a compasso forniti con il fucile sembrano di ottima fattura e quando li si estrae producono un bel “click” e si assestano in maniera stabile, indice di cura e precisione nelle rifiniture del fucile. Il selettore singolo/raffica non presenta giochi e rimane ben saldo nella posizione selezionata. Fornito di due caricatori, è identico all’originale (la WE in questo è una delle migliori) salvo i loghi, che la casa madre non fornisce. Il caricatore monofilare da 30 colpi è molto compatto, ben fatto e leggero. Peccato che ancora non esistano le versioni a co2.

Il rumore dell’open bolt è sordo e violento, il rinculo notevole (viste le dimensioni del fucile), la raffica secca. Il tiro è teso e a parte i primi colpi che sono stati leggermente sopra il joule,  gli altri si sono assestati sotto, ma dalla traiettoria sembrava uscissero a 1,5.Interessante la resa a temperature così basse utilizzando green gas.Non possiamo prevedere la resa a temperature maggiori ma aggiorneremo a breve l’articolo.

L’hop-up funziona bene, la regolazione della ghiera è minima, con un escursione di soli 90 gradi. Situato all’interno del bolt è regolabile senza smontare il fucile, ma difficile da raggiungere se non si hanno dita piccole. Sembra stabile anche se non lo possiamo garantire avendo sparato 4 caricatori,

Manterremo tese le orecchie e a breve, vi forniremo una recensione dei nuovi M4 CQB sempre della WE. Vedremo come va avanti la resistenza delle meccaniche del PDW effettueremo delle prove di tiro e vi terremo aggiornati delle novità. Alle prossime prove di fuoco, ringraziamo ancora La Web Cartoleria che ci ha permesso e ci permette di provare i fucili e aspettiamo le vostre domande e commenti!