NOVITA’ PER IL MONDO DEL AIRSOFT

I motorini brushless finalmente fanno la loro comparsa anche nel mondo dell Airsoft.

Si tratta di un tipo di motorino già in uso da diversi anni nel modno del modellismo aereo e non, ma che per varie ragioni non è ancora approdato sulle repliche da tiro airsoft…fino ad oggi!

E’infatti la Vega Force Company VFC di Taiwan infatti la prima casa che ha deciso di commercializzare questo tipo di propulsori sui suoi fucili. Sarebbe meglio dire su di un bundle che consente un ampio margine di customizzazione, offrendo un quore di ingranaggi ingegnerizzati ad hoc.

non dovrete infatti preoccuparvi della parte più delicata, potremmo dire, quella cioè che concerne gli interni meccanici che si confrontano con la dirompente potenza dello spunto di questi motorini. Si tratta proprio di questo, organizzare bene il sistema meccanico del GEAR BOX (ovvero degli ingranaggi preposti a caricare il pistone per comprimere l’aria), questo infatti riceve una sollecitazione che fino ad oggi non si era mai verificata, o meglio si poteva verificare solo nei casi di superultratorque moderni che appunto richiedevano un adeguamento ideale di tutta la struttura interna per evitare danni.

Bene Il Virgo Deluxe “dovrebbe”, a quanto si può constatare, reggere la potenza di questi brushless che hanno la caratteristica di “partire da 0 a 100” in un frangente di pochi millesimi di secondo.

A patto che utilizziate batterie lipo 7.4v. o life 9.9v. non bisogna ad oggi eccedere con batterie 11.1v. perchè il conico si triturerà alla prima raffica… o si manifesteranno danni che inchioderanno immediatamente il fucile dotrato di sensore anti danni….

Infatti il sistema virgo oltre ad avere un ottima struttura meccanica di base ereditata dagli standard AVALON già ampiamente conosciuti, ha un sistema integarato elettronico che consente una serie di operazioni come il limite colpi, valutare la tensione delle batterie, gestire i burst 2, 3, 4 e 5 colpi, e anche un sistema di blocco in caso di rotture o sforzi irregolari.

Insomma un sistema interessante questo Virgo che ho potuto provare ormai ampiamente dopo diversi mesi di utilizzo, il mio peronale parere è che questo sitema rappresenta il futuro, il nuovo standard che vedremo montare sui fucili fra qualche anno…lo dico già da qualche anno…ma solo quando venderanno motorini brushless che si potranno interfacciare con sistemi elettronici tipo TITAN GATE…che indubbiamente rappresentano anchessi il nuovo standard richiesto.

Ma nel frattempo per chi non è interessato ad avere un fucile che sa anche di videogioco il sistema Brushless offre uno spunto da PTW e un rateo di tiro che usando le life 9.9V si attesta intorno ai 27 pallini al secondo…se non vi basta… abbiate pazienza…o prendetevi un HPA.

di seguito il link al video

VFC VR 16 SABER CQB

iL VFC VR16 SABER CQB è una replica che presenta alcune accattivanti caratteristiche tecniche.

11b

Innanzitutto l’introduzione di componentistiche che sono sicuramente tra le più belle sul mercato.

Ci riferiamo al RIS URX da 8.0 lo spegni fiamma SF 556K e il calcio QRS.

6 3

Come sempre la Vega Force Company si interessa di fornire dettagli e materiali all’altezza del nome, i metalli infatti sono belli e robusti. Gli accoppiamenti sono fatti molto bene e non hanno luci e movimenti.

Il progetto rende questa replica ideale per attività intense come Recon o CQB in quanto il peso è abbastanza contenuto senza perdere in qualità e resistenza.

Un punto a sfavore forse potrebbe essere il “gioco” che riporta il calcio QRS sul tubo del buffer.

5

Purtroppo forse la voglia di inserire elementi moderni e probabilmente non studiati su misura ha creato questo difetto (facilmente risolvibile con un semplice spessoramento sul tubo), che tutto sommato viene a essere marginale rispetto alle prestazioni del modello.

Il gear box risponde bene al colpo singolo e alla raffica non troppo sostenuta e l’hop up, di tipo a ghiera, è attivo anche se completamente scaricato impennando forse anche troppo i pallini di grammatura 0.20 gr.

4

Non sappiamo se questo sia una caratteristica di tutti questi modelli ma quello che abbiamo provato non poteva andare a ZERO di hop up. Un bene un male a voi il giudizio.

Rimane il fatto che la precisione è buona e il tiro teso è garantito anche con 0.25 visto che la potenza di uscita è sempre inchiodata intorno ai0. 87-0.88-0.89 J.costanti.

Da aggiungere che anche il paragrilletto è Customizzato  che i Loghi sono Engraved veramente ben eseguiti e che il bolt catch è attivo quando di accede alla camera Hop up.

7 8

2

Per equilibrare il difetto che abbiamo citato in precedenza potremmo dire che il calcio QRS (Quick Responce System) è effettivamente un calcio interessante e non solo dal punto di vista estetico, ma presenta una grande versatilità relativamente alla possibilità di accedere al vano batterie, proponendo inoltre più soluzioni di alloggiamento. Può infatti portare sia batterie lipo nel tubo buffer che le Ni Mh da Crane.

Riassumendo il prodotto è un buon prodotto che si posiziona tra le ASG di medio alto livello, offrendo soluzioni versatili, aspetto accattivante e buone prestazioni anche se non superbe, out of de box.

Voto 7.0

ORGA ROLLER HOP UP per PTW

Il roller della Orga è una delle soluzioni più discusse da quando si è notato che gli hop up definiti Flat (piatto) attribuivano una maggiore efficacia e stabilità alla rotazione dei pallini.
Il roller infatti è differente proprio per la sua caratteristica forma “appiattita”.

FIANCOCome si può osservare dalla foto vista lateralmente il Roller è piatto e la superficie si prolunga per tutto lo spessore della ghiera. Proprio questa forma consente di imprimere più a lungo la rotazione del pallino praticamente il 60 70% in più di un tradizionale Hop up che semplicemente lo tocca in un punto solo.

FRONTE HOP UP SOPRA

Il Roller Orga oltre ad essere fatto di un materiale eccezionale e utilizzabile ottimamente sia con temperature basse che alte, esercita sempre la stessa quantità di rotazione sul pallino che viene a essere frenato per metà del suo diametro al punto da compiere 180° di rotazione prima di essere rilasciato in avanti mantenendo così il tiro costante e ESTREMAMENTE ACCURATO.
I nostri Test hanno dimostrato che la rosata che si viene a creare a distanza di 45m. non è superiore a 3-4 cm di diametro ed è spesso possibile colpire un oggetto della dimensione di un centimetro!!!
è veramente una sensazione piacevole e soddisfacente
Sebbene il costo sia veramente alto si tratta sicuramente della soluzione migliore che si possa trovare sul mercato per arrivare ad avere un’accuratezza molto elevata.
Esistono anche canne di precisione sempre della stessa marca che proveremo a breve.
Il roller arriva in un pacchetto semplice con istruzioni di montaggio e gommino di riserva!!

 

riserva

Voto 10

AMOEBA AM 013

ARES AMOEBA è sempre più conosciuta come casa di prodotti low-cost che comunque mantengono un certo livello qualitativo. La caratteristica che ci continua ad incuriosire è questa scelta di campi a introdurre l’uso di polimero 100% almeno per la maggior parte delle loro repliche.

Il mercato tende ad evolversi verso repliche sempre più reali e questa cobtrotendenza rimane sconcertante.

Chissa se non si tratta solo di una tattica per accquistare mercato con materiali umili ma alte idee e tecnologie per poi mangiare la mela intera.

Rimane il fatto che il modello 013 della loro serie marchiata 01, 02, 03, 04, 05 ecc. rappresenta un esempio di modernità per qello che riguarda la scelta estetica.

DSC07363 DSC07362come nello stile della casa, il design rispecchia le più moderne linee e soluzioni. Ma questa volta la AMOEBA, ha deciso di mettere un RIS in FULL METAL!!

Si tratta di un CQB con silenziatore finto inplementato nel RIS tipo Key mode, che permettono una ampia versatilità di posizioni per posizionare gli accessori.

DSC07370 DSC07379 DSC07378In puna al RIS ottagonale, troviamo delle appendici ergonomiche che invitano ad una presa e puntamento anch’essi moderni…da tiro dinamico.

Il caricatore è interamente  in polimero con una maniglia ribaltabile che funge da “magpul”. l’intero caricatore rispecchia le moderne linee di preferenza in quanto a presa e grip.

DSC07382 DSC07383 DSC07368 DSC07364Lo stesso possiamo dire per gli altri elementi importanti della replica: l’impugnatura e il calcio finendo con il pulsante di rilascio del caricatore, sono tutti upgradati cercando di ispirarsi alle ultime innovazioni in fatto di tecnologia applicata alle armi.

un altro particolare Interessante, nel caricatore si vedono i bossoli in trasparenza…per veri fineur…

Infine le mire abbattibili sono molto comode pèr chi le usa e consentono un rapido accesso.DSC07380 DSC07378 DSC07366

il dettaglio dei particolari ad ogni modo non si spreca e la ARES AMOEBA entra a gamba piegata ma pronta a tendersi nel grande campo da gioco del Soft Air…vedremo se continuerà a stupirci e aggiungerà altri elementi in metallo…noi ce lo auguriamo tantissimo perchè come scelta stilistica hanno sicuramenta da dire la loro.

Per quello che riguarda la ripresa del motore e la precisione anche in questo caso nulla da dire.

La replica arriva con targhetta di riconoscimento che indica la data delle prove sulla potenza di uscita compresi tutti i risultati.

l’hop up è a ghiera e si regola benissimo (ormai tutti stanno adottando questo sistema).

Ricapitolando ricordiamo che si tratta di un fucile che ha la possibilità di variare il suo sistema di sparo con il suo programmer quindi di splittare a semi e auto oppure semi e tre colpi o tre colpi e raffica o solo semi …guardate la rece dell AMOEBA 01…sempre in questo canale.

Come Low cost tanto di cappello anche se non in metallo…

VOTO 7