RIAPERTURA DELLE ATTIVITA’ PER L’AIRSOFT 25/05/2020

A seguito del decreto N. 57 in data 17 05 2020 prodotto dalla Regione Piemonte e allegato qui di seguito, le attività di gioco tattico Airsoft/lasertag possono riprendere seguendo determinati protocolli di prevenzione e sicurezza.

Per lo svolgimento dell’attività di Airsoft, essendo un’attività al aperta, si dovrà seguire le linee guida presenti nell’articolo 28 dell’ordinanza della Regione Piemonte del 18 maggio 2020.

l’articolo 28 così disdpone ” Da 18 maggio 2020, sono consentite le attività sportive all’aria aperta in forma individuale rispettando la distanza minima di 2 metri ( A titolo Esemplificativo e non esaustivo : atletica, ciclismo, corsa, golf, tiro con l’arco, tiro a segno, equitazione, tennis, vela, attività aquatiche individuale, canottaggio, escursionismo, arrampicata libera, sci alpinismo, motociclismo, automobilismo, attività cinofila) Nell’ambito dei rispettivi impianti sportivi, centri e siti sportivi subordinata mente all’osservanza delle seguenti disposizioni:

  • I gestori di impianti sportivi di centri sportivi e di siti sportivi che rendono accessibili le aree adibite alla pratica sportiva all’aria aperta pieton la funzione degli spazi e servizi accessori (palestre luoghi di socializzazione docce e spogliatoi) fatto salvo per quanto riguarda i locali di transito necessari agli accessi e i locali adibiti a servizi igienici;
  • I suddetti gestori oltre a garantire la corretta è costante sanificazione e igienizzazione degli ambienti al chiuso e dei servizi igienici, assicuro nel contingentamento degli ingressi, l’organizzazione di percorsi donyell adozione delle misure atte ad assicurare il distanziamento sociale e il divieto di assembramento (ad esempio utilizzando il sistema della prenotazione online o telefonica degli spazi le turnazioni la gestione degli accessi al sito sportivo ed al percorso degli utenti);
  • L’attività di insegnamento è consentita condizione che l’istruttore mantenga la distanza di sicurezza over utilizzi la mascherina se la dimostrazione o L’assistenza all’allievo venga a distanza inferiore e che gli istruttori indossi guanti monouso se l’attività prevede il contatto con l’allievo.

RIASSUMENDO:

Risulta dunque possibile ricominciare le attività di gioco mantenendo le distanze ed evitando gli assembramenti oltre all’utilizzo costante dei dispositivi di prevenzione della diffusione di aerosol e goccioline di saliva ovvero le mascherine.

Lo scambio delle repliche ASG può essere effettuato solo ed esclusivamente previa igenizzazione della replica ad ogni scambio con l’ausiglio di alcool o detergenti igenizzanti. Le protezioni facciali devono essere proprietarie e individuali e non possono essere scambiate tra i partecipanti.

Lo stesso vale per il passaggio di qualunque altra cosa come batterie o sacchetto di pallini.

Il noastro consiglio, pretendendete dai vostri atleti una indipendenza tale da evitate questo tipo di scambio, lo stesso vale a inizio o fine game, un eventuale briefing deve avvenire con le dovute distanze tra i partecipanti come da decreto. Per le arene per adesso non abbiamo ancora un via libero al 100% essendo spazi al chiuso che obbligano spesso un distanziamento inferiore ai 2 metri, tali spazi per ora non riteniamo siano praticabili fino a nuove ordinanze in merito.